fbpx
Categorie
Tag
Archivio contenuti
 

Semifreddo ai peperoni rossi

Semifreddo ai peperoni rossi

CLancio una sfida: partiamo da una ricetta strepitosa che io adoro, il Semifreddo ai peperoni rossi de La Cucina Italiana e vediamo se riesco a farne uno che si avvicini il più possibile, ma facendo a meno di panna, latte, colla di pesce e zucchero. Perché vorrei fare felici anche quelli che non desiderano usare questi ingredienti. Il motivo può essere anche semplicemente ridurre un poco le calorie.
Ricordo bene quanto mi sono messa in gioco quella volta, perché avevo proposto questo semifreddo ai peperoni rossi al mio primo debutto in società. Era il buffet preparato da me per APID Imprenditorialità Donna (che non smetterò mai di ringraziare) al Salone del Libro nel 2018, in occasione della presentazione del Libro Rialzarsi è donna di Neos Edizioni, dove raccontavo la storia di come è nata la mia idea di blog e scuola di cucina. Devo ammettere che la soddisfazione è arrivata!
Ho poi rifatto questo antipasto raffinato anche in altre occasioni di festa, sempre con grande soddisfazioni di tutti. A voi la scelta se farlo in monoporzione, tipo finger food o in uno stampo grande, da tagliare a fette.

Parlerò di questa ricetta in diretta su GRP Televisione (canale 13 del digitale terrestre) mercoledì 15 luglio alle 12:30 (in diretta anche sul mio profilo Facebook). Risponderò alle vostre domande durante la trasmissione (scrivete su WhatsApp 💬 al numero 392 0228020).

3

Difficoltà (da 1 a 3)

3,22 €

Costo totale

2 Ore

Tempo di Preparazione

1 Ora e 30 Minuti

Cottura

Attrezzatura necessaria

Contenitore da 1 L con coperchio, minipimer, batticarne, un recipiente per il semifreddo della forma che si desidera, due pentolini piccoli.

Ingredienti per il semifreddo ai peperoni rossi

(4 porzioni da 70 g circa)

La preparazione dei peperoni

  • Peperoni rossi cotti e spelati – 140 g (si ottengono da circa 500 g di verdura cruda)
  • Acqua di cottura dei peperoni – 50 g
  • Agar agar in polvere – 5 g (2 cucchiaini in polvere oppure 4 cucchiaini colmi in fiocchi)
  • Sale fino integrale di Sicilia – 2 pizzichi

Per la besciamella “benedetta”

(vedi la ricetta in preparazione base)

  • Latte di soia (o altro latte a piacere) – 100 g
  • Farina di farro integrale (o di riso integrale per versione gluten free) – 15 g
  • Olio e.v.o. – 1 cucchiaino
  • Sale – 2 pizzichi colmi

Per le mandorle glassate

Per la decorazione del semifreddo ai peperoni rossi

  • sesamo – 1 cucchiaino
  • erba cipollina – qualche filo
  • pepe – 1 pizzico

Perché vi consiglio questa ricetta

  • Contiene il 40% in meno di calorie e il 52% in meno di grassi rispetto alla ricetta con la panna.
  • I peperoni, cotti al forno e spelati, sono molto più digeribili. La vitamina C e la vitamina E con la cottura però si perdono in gran parte.
  • Per sabbiare le mandorle vi propongo, al posto dello zucchero, lo sciroppo di riso! Se confrontato con lo zucchero, ha circa un terzo di carboidrati in meno (e di questi solo la metà circa sono zuccheri semplici!). Anche se il risultato visivamente non è identico, il gusto e la croccantezza delle mandorle sono praticamente uguali. Guardate la foto sotto se non ci credete e capirete che si può vivere benissimo anche senza lo zucchero!
  • Al posto della colla di pesce (collagene di suino) usate l’agar-agar, ricca di calcio, di Vitamina D e Vitamina K, che non si degradano con la cottura.

Preparazione del semifreddo ai peperoni rossi

Fase 1: I PEPERONI

Sciacquate i peperoni e disponeteli interi in forno a 200° C per circa 45 minuti. Trasferiteli in un recipiente chiuso e lasciateli raffreddare almeno 2 ore. Raccogliete l’acqua di cottura dei peperoni e tenetela da parte per dopo.

peperoni al forno

Ora spelate i peperoni e immergeteli nell’acqua per eliminare i semi, quindi fateli scolare per qualche minuto. Per il semifreddo ve ne serviranno 120 g; in aggiunta, tenetene da parte 20 g circa, che i serviranno per la guarnitura del piatto.

FASE 2: LA BESCIAMELLA “BENEDETTA”

Preparate la besciamella (se volete farla passo-passo senza grumi e in modo super veloce, qui trovate la mia ricetta).

besciamella senza burro

FASE 3: LA FINTA COLLA DI PESCE

Mettete l’acqua di cottura dei peperoni in un pentolino con l’agar-agar e fate sobbollire per 7-8 minuti a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto. Si formerà una gelatina, che andrà mescolata al resto dei peperoni spelati e alla besciamella.

Agar-agar - La Cuoca Insolita

FASE 4: IL SEMIFREDDO AI PEPERONI ROSSI

Versate i peperoni spelati (tranne quelli per la guarnitura) nel boccale del tritatutto insieme alla finta colla di pesce e alla besciamella (importante! Se i vostri peperoni e la besciamella sono ormai freddi, riscaldateli prima di unirli alla colla di pesce). Tritate finemente i tre ingredienti insieme. Versate il composto nella forma che avete scelto e lasciate raffreddare in frigorifero per almeno 6 ore (per una forma grande) o un paio di ore (formine monoporzione). Se avete deciso di sformare il vostro semifreddo, vi consiglio di usare delle forme in silicone.

semifreddo ai peperoni rossisemifreddo ai peperoni rossi

Fase 5: LA DECORAZIONE

Unite le mandorle all’olio di arachidi (freddo) e portate sul fuoco a calore alto. Quando inizia a fare le bollicine abbassate il calore e contate 5 minuti. Mescolate frequentemente, poi scolate su carta assorbente.
Ora inizia la parte un po’ difficile: in un pentolino mettete lo sciroppo di riso e l’acqua e scaldate a fuoco alto per un minuto al massimo, girando con un cucchiaino. Abbassate il calore a medio livello e continuate a mescolare. Vedrete che lo sciroppo dopo un paio di minuti diventa più bruno. Dovete continuare a tenerlo sul fuoco fino a quando vedrete che iniziano a comparire delle evidenti striature bianche e lo sciroppo inizia a diventare molto più denso e compatto. Il tutto dovrebbe succedere in massimo 5 minuti. A questo punto togliete dal calore, aggiungete le mandorle e mescolate velocemente. Si formerà un ammasso di mandorle glassate (o meglio, “sabbiate”).

mandorle sabbiate

Con due posate qualsiasi dovrete separare tutte le mandorle tra loro. Se avete fatto bene il lavoro non dovranno essere appiccicose, ma avere una superficie dura e croccante. La prova definitiva sarà l’assaggio: non si devono incollare ai denti! Lasciate quindi raffreddare e poi pestate leggermente le mandorle, lasciandole a grossi pezzi, che vi serviranno per la decorazione, insieme ai semi di sesamo nero, all’erba cipollina. Se volete potete aggiungere un filo d’olio e un po’ di pepe!

Vuoi approfondire i valori nutrizionali di questa ricetta ?

Ho confrontato 100 g della ricetta della Cuoca Insolita con la stessa quantità della ricetta dove si usano la panna montata e lo zucchero:

  100 g di ricetta della
Cuoca Insolita
100 g di prodotto con
Ingredienti Tradizionali
Differenza 
EnergiaKcal140,0234,5-40,3%😀
Grassig9,419,7-52,5%😀
di cui saturig1,210,0-87,9%
Carboidratig9,58,3+14,1%
di cui zuccherig4,87,1-32,1%
Fibreg2,11,1+88,0%😀
Proteineg4,45,9-25,7%
Saleg1,00,3+236,0%

Sono una ex ricercatrice universitaria e mi è rimasto il pallino di dimostrare le cose in modo scientifico: guardate la tabella ma poi dimenticatevela!
Serve solo per farvi vedere che potete mangiare questa insolita ricetta senza fare calcoli! E’ invece molto utile per fare il conteggio dei carboidrati per i diabetici, se dovete calcolare l’insulina da prendere.

Allergeni presenti in questa ricetta

(Reg. UE 1169/11)

Verificate sempre le informazioni sull’etichetta dei prodotti che avete acquistato voi, per assicurarvi che non ci siano anche altri allergeni (in aggiunta a quelli che ho indicato io)!

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Commento

Lascia un tuo commento

Mi trovi su INSTAGRAM e su FACEBOOK

Hai bisogno di aiuto? O di una consulenza? Sono a tua disposizione!