fbpx
Categorie
Tag
Archivio contenuti
 

Torta mimosa alle mele nascoste

Torta mimosa alle mele nascoste

Ho presentato la Ricetta Torta Mimosa alle mele nascoste in diretta su GRP Televisione. Come ogni mercoledì alle 12, sul canale 13, ormai da più di un anno un appuntamento fisso per me graditissimo. In occasione della Festa della Donna, insieme al conduttore Roberto Monteriso, abbiamo parlato del ruolo della Donna nella società e nel panorama dell’imprenditoria femminile. Avrei potuto parlarne per ore, ma la prima cosa che mi sono sentita di dire è che non importa essere donna o uomo; l’importante è credere in sé stessi. Se si vuole, si può anche sollevare una montagna e ogni donna può farlo, se lo desidera. Poi ho detto anche che, per trovare la motivazione e la giusta direzione, è molto importante guardarsi attorno e confrontarsi. A volte ci portiamo dietro delle “false credenze”, che ci pongono dei “limiti”. E’ la falsa credenza a limitare le scelte: perché si pensa di non essere “abbastanza bravi” per fare una cosa. Confrontarsi con il resto del mondo allora può essere d’aiuto: leggere un libro, guardare una trasmissione, guardare “fuori dalla finestra”. Tutto può essere. Dedico questa Torta mimosa alle mele nascoste a tutte le Donne. E anche quì non poniamoci dei limiti. Tutto può essere. Anche una torta con il 40% in meno di calorie e meno della metà di grassi rispetto a una torta di mele preparata con ingredienti tradizionali vuol dire sfatare una “falsa credenza”. Non tutti i dolci sono proibiti, neanche per chi ha il diabete o qualche allergia o il colesterolo alto.

torta mimosa

Ti sei già iscritto al mio canale Youtube per vedere tutte le mie videoricette?

1

Difficoltà (da 1 a 3)

7 €/Kg

Costo totale

45 min

Tempo di Preparazione

40 min

Cottura

Attrezzatura necessaria

Coltellino a lama liscia, minipimer con il suo bicchiere per frullare o robot mixer tritatutto, sbattitore elettrico (non essenziale), teglia da forno a ciambella.

Ingredienti per la Ricetta Torta Mimosa

per la ciambella

  • Mele sbucciate – 180 g
  • 2 uova
  • Farina di riso integrale – 90 g
  • Amido di mais – 90 g
  • Olio extra vergine di oliva – 50 g
  • Zucchero bianco – 35 g
  • Dolcificante alla stevia – 25 g
  • Succo e scorza di 1 limone
  • Lievito – 1 bustina
  • Vanillina – 1 bustina
  • 1 pizzico di sale

per la pasta di zucchero

  • Zucchero a velo – 130 g (o dolcificante alla stevia tritato fine come lo zucchero a velo)
  • Miele – 1 cucchiaino colmo
  • Acqua – 3 cucchiaini
  • Colla di pesce – 1,5 g (o agar – agar in polvere)
  • Coloranti (meglio naturali)

Perché vi consiglio questa ricetta?

  • Grazie al dolcificante alla stevia potete usare un terzo dello zucchero che sarebbe necessario per avere un buon dolce (solo 35 g invece di più di 100 g).
  • La stevia è un dolcificante naturale, a zero calorie e zero carboidrati, che non ha effetti collaterali (a differenza di altri dolcificanti in commercio). La stevia si può anche coltivare a casa e dolcifica 50 volte in più dello zucchero.
  • Una coccola per tutte le donne con meno -40% di calorie: se per caso a volte mangiate un dolce e poi ve ne pentite… questa volta non vi succederà!
  • La farina di riso integrale e la mela aumentano le fibre totali.
  • Questa torta è pensata senza glutine e senza latte né burro. Ma potete farla anche con altre farine: vi consiglio anche la versione con farina di farro integrale e farina 00 o (meglio ancora) di tipo 1.

Preparazione della Ricetta Torta Mimosa alle mele nascoste

FASE 1: L’IMPASTO DELLA TORTA MIMOSA

Nel robot tritatutto mettete la mela sbucciata e tutti gli altri ingredienti tranne la farina di riso, l’amido di mais e il lievito. Frullate finemente, fino a quando ottenete un composto omogeneo e senza pezzi. Aggiungete ora la farina di riso integrale, l’amido e il lievito e frullate ancora in modo da incorporare delle bolle d’aria. Se l’impasto vi sembra troppo liquido (con la versione senza glutine può succedere), aggiungete un pochino di farina di riso e di amido di mais in uguale quantità. Per un risultato ancora più spumoso, vi consiglio di montare a neve i bianchi d’uovo e, solo alla fine di tutto, incorporarli all’impasto delicatamente, con un cucchiaio di legno un movimento dal basso verso l’alto.

 

 

mele

FASE 2: LA COTTURA

Ungete con olio e infarinate (con farina di riso per versione gluten free) il vostro stampo a ciambella. Versatevi l’impasto e infornate a 160-170° C per 40 minuti. Lasciate raffreddare completamente prima di sformare la ciambella (altrimenti potrebbe rompersi).

 

torta di mele light

 

FASE 3: LA PASTA DI ZUCCHERO E LA DECORAZIONE

Mettete a bagno la colla di pesce per qualche minuto in acqua. Scaldate l’acqua in un pentolino e mettere il miele. Mescolate e aggiungete la colla di pesce strizzata. Mescolate fino a quando la colla di pesce è tutta sciolta. Ora versate tutto su una parte dello zucchero a velo e iniziate a mescolare bene con le mani. Dovrete ottenere una palla tipo pongo, che non appiccica. Unite il colorante (solo una o due gocce) ed è fatta!

 

pasta di zucchero fatta in casa

 

Ora decorate la torta come più vi piace. Per fare le fogliette vi servirà uno stampino a forma di foglia, ma potete anche farle con un coltellino a lama liscia. Per i fiori di mimosa, vi ci vuole solo un pochino di pazienza! Per “incollare” la pasta di zucchero sulla torta, vi basterà bagnarla leggermente in poca acqua e sistemarla subito sulla torta.

Buon divertimento e viva le donne!

CONSERVAZIONE

In frigorifero: La torta: 5 giorni, ma la pasta di zucchero tenderà a diventare un pochino “sciolta” perché si inumidisce.

La pasta di zucchero: Conservatela chiusa bene nella pellicola. Se dovesse seccare, bagnate le mani con un poco di acqua e mescolate di nuovo la pallina con questa poca acqua. Tornerà come se fosse appena fatta!

Vuoi approfondire i valori nutrizionali di questa ricetta ?

Ho confrontato la Torta Mimosa alle mele nascoste con un muffin confezionato trovato al supermercato (senza glutine).

  100 g di ricetta della
Cuoca Insolita
100 g di prodotto con
Ingredienti Tradizionali
Differenza 
EnergiaKcal255,8421-39,3%😀
Grassig9,621-54,5%😀
di cui saturig1,82,8-36,2%😀
Carboidratig39,250,8-22,8%😀
di cui zuccherig9,126,7-66%😀
Fibreg1,13,7
Proteineg3,25,4-40,6%
Saleg0,10,3

Sono una ex ricercatrice universitaria e mi è rimasto il pallino di dimostrare le cose in modo scientifico: guardate la tabella ma poi dimenticatevela!
Serve solo per farvi vedere che potete mangiare questa insolita ricetta senza fare calcoli! E’ invece molto utile per fare il conteggio dei carboidrati per i diabetici, se dovete calcolare l’insulina da prendere.

Allergeni presenti in questa ricetta

(Reg. UE 1169/11)

Verificate sempre le informazioni sull’etichetta dei prodotti che avete acquistato voi, per assicurarvi che non ci siano anche altri allergeni (in aggiunta a quelli che ho indicato io)!

Uova
Uova

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Commento

Lascia un tuo commento

Mi trovi su INSTAGRAM, su FACEBOOK, e su YOUTUBE

Hai bisogno di aiuto? O di una consulenza? Sono a tua disposizione!